Pellegrinaggio a Oropa

oropa1Oropa, 20 Agosto 2019

Alle fraternità di Cuorgnè, Borgaro, Alessandria, Casaleggio, Casale Litta e Santo Stefano Belbo è stata offerta l'opportunità di un pellegrinaggio di un solo giorno al Santuario della Madonna Nera di Oropa. Con alcuni amici siamo giunti alla meta, in una giornata nuvolosa dal tempo incerto, ma si è trasformata in momenti di fede, di grazia, di preghiera, di amicizia e di ringraziamento. Dopo  l'accoglienza una breve storia della vita del Santuario a partire dal 365 ai nostri giorni, quindi ci siamo raccolti nella Basilica Antica al Saccello Eusebiano dove don Angelo, assistito dal diacono Marco Peduzzi,abbiamo celebrato la Santa Messa. Eravamo circa una settantina fra ragazzi e amici della Comunità ed altri pellegrini si sono uniti a noi.

Al termine ci siamo consacrati solennemente a Maria tutti in ginocchio davanti alla tanto venerata Statua della Madonna Nera di Oropa. Abbiamo offerto la S. Messa per le intenzioni di Madre Elvira, per la sua salute, per la sua vita e per tutta la Comunità. Ad ognuno di noi è stata data l'opportunità di pescare un pensiero della Madre, scritto su di un cartoncino, uno diverso dall'altro, come se Madre Elvira fosse lì in chiesa con noi lasciando a ognuno  un impegno attraverso la sua parola. Un lauto pranzo ci ha uniti in gioia ed in festa,un convivio fraterno che ci ha messi ancora di più a nostro agio.  oropa                              

Dopo pranzo abbiamo continuato la visita a i locali del Santuario, alla galleria degli ex voto ai corridoi ed alle balconate, alla "scala regia", ai chiostri , alla fontana del "burnel".... Poi il Santo Rosario recitato e cantato nel chiostro e nel cortile della Basilica Antica che ha coinvolto anche i pellegrini presenti. Salutata la Madonna siamo scesi alla casa estiva del Beato Pier Giorgio Frassati a Pollone dove siamo stati accolti dalla nipote del beato che ci ha fatti entrare nelle sue camere, fatto vedere gli oggetti e gli scritti di sua appartenenza. C'è stato un momento molto familiare con i ragazzi di lingua polacca. La nipote, che aveva come padre un famoso giornalista polacco, si è intrattenuta lungamente con loro nella lingua nativa.

Abbiamo pregato molto per tutti i giovani delle nostre fraternità ed affidato al Beato il nostro futuro. Siamo rientrati nelle nostre fraternità con il cuore pieno per tutto ciò che abbiamo vissuto in questo giorno. Ringraziamo la Comunità per averci permesso di vivere questa giornata, in modo speciale grazie a Gesù, alla Madonna ed al Beato Pier Giorgio che hanno messo nel cuore di Madre Elvira il progetto di pensare a noi ed il desiderio di salvare le nostre vite e quelle delle nostre famiglie.
 

I ragazzi di Cuorgnè, Borgaro, Alessandria, Casale Litta, Casaleggio e Santo Stefano Belbo.